AL MARINA DI PROCIDA TUTTO E’ PRONTO PER QUESTA STAGIONE ESTIVA Eugenio Michelino: “La nautica è la porta di accesso di tutti i territori e solo facendo sinergia possiamo rilanciare tutto il settore”

AL MARINA DI PROCIDA TUTTO E’ PRONTO PER QUESTA STAGIONE ESTIVA Eugenio Michelino: “La nautica è la porta di accesso di tutti i territori e solo facendo sinergia possiamo rilanciare tutto il settore”

Procida – Al Marina di Procida spira la brezza della ripartenza. C’è gran fermento sulle banchine e sui pontili. C’è voglia di mare e c’è voglia di tornare a gustare le bellezze delle nostre coste. Il porto turistico di marina grande, invero, è sempre rimasto operativo, non si è mai fermato, nei limiti del rispetto della legge e degli operatori, anche durante il periodo di lockdown come tutti gli altri porti della rete MARINEDI, assicurando servizi e sicurezza per i natanti ormeggiati ai pontili.

Quello dei Marine di sta diventando sempre di più azienda leader della nautica da diporto nazionale.

In tal senso giorni fa, il sottosegretario Roberto Traversi, ha scelto di partire dalla Marina di Chiavari – Calata Ovest per conoscere da vicino proprio la rete internazionale Marinedi.

Il Marina di Chiavari -Calata Ovest e il Marina di Procida sono legati da un doppio filo. Oltre a quello della rete di appartenenza, anche dal fatto che l’A.D del porto ligure EUGENIO MICHELINO è anche il presidente del porto dell’isola di Arturo.

“Sono felice di aver iniziato dal porto di Chiavari la mia visita a questa rete internazionale di marine del Mediterraneo, che punta alla realizzazione di un sistema portuale turistico orientato, certo, alla sicurezza della navigazione ma soprattutto alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione del territorio – così ha dichiarato l’Onorevole, aggiungendo – L’obbiettivo, infatti, è quello di fare di ogni marina una porta verso l’entroterra che permetta così lo sviluppo del turismo locale e il rilancio di un settore in forte crisi a causa dell’impatto della pandemia. Per questo ritengo che si tratti di un progetto importante e all’avanguardia che avrà impatti positivi per tutto il sistema portuale e turistico del Mare Nostrum”.

Presente anche il “capo” dei Marinedi l’Ing. Marconi: “Abbiamo accolto con grande piacere l’interesse del sottosegretario Traversi per la nostra iniziativa e l’attenzione che intende rivolgere allo sviluppo della medesima, in un’ottica sociale ed economica di grande utilità per il territorio e per l’entroterra. L’Onorevole ha dimostrato di apprezzare questo nostro progetto di rete, che è partito dal Tirreno centrale e si sta espandendo lungo tutte le coste italiane, valutandone l’ottica internazionale, abbiamo, infatti, iniziative anche in Tunisia, Slovenia, Marocco e Spagna. Attualmente le Marine attive sono 14, per oltre 5.500 posti barca disponibili ma l’obiettivo che ci poniamo è di realizzare nei prossimi 5 anni un’espansione che dovrebbe portare a 12 mila posti barca disponibili, facendo del nostro gruppo non solo la rete mediterranea più numerosa ma anche il network più importante a livello internazionale”.

Soddisfatto della visita ovviamente anche il padrone di casa Eugenio Michelino, anche in veste di vicepresidente nazionale di Asso.nat, l’Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici:

“Ringraziamo l’onorevole che si è unito a noi e proprio dal nostro porto ha iniziato questo cammino e insieme vogliamo dialogare su tavoli istituzionali per dare sempre più linfa e forza al settore nautico. La nautica è la porta di accesso di tutti i territori e solo facendo sinergia possiamo rilanciare un settore che ha subito un contraccolpo significativo dall’emergenza sanitaria che ha attanagliato tutta l’Europa”.

Redazione Procida

Lascia un commento