Redazione | Chi mastica un poco di sport e di bodybuilding in particolare,  leggere 180kg di Panca e ben 270kg  di Squat fa un certo effetto. Lascia basiti soprattutto gli stessi atleti che frequentano le palestre, consci  di cosa rappresenta provare a fare questi esercizi con carichi simili.

Basta immaginare che in palestra, luogo da sempre molto “chiassoso”, con musica a palla, cuffie, stereo portatili, frenesia sugli attrezzi, quando si montano certi pesi ai bilancieri, tutti gli atleti si fermano a guardare. Sembra la scena di bambini che si emozionano davanti ad un qualcosa che appare irraggiungibile.

Ma se assistere gli allievi è il dovere di ogni coach in palestra, attento alla postura dei discenti e alla “pulizia” dell’esercizio nella sua esecuzione,  quando è invece il Coach a provare ad andare oltre certi  limiti, misurarsi con mesi e mesi di duro lavoro, ognuno dei presenti accompagna con lo sguardo ed in un religioso silenzio quanto avviene.  

Giovanni Guida, bodybuilder procidano,  non è nuovo a tutto ciò. Come ricorderanno i nostri lettori, meno di un anno fa, strabiliò letteralmente  l’isola e non solo, con un “stacco” da terra di oltre 300kg. Trecentoquattro per l’esattezza. Un record mai toccato prima da nessun atleta procidano e che sabato scorso  si è ripetuto con altri due massimali tali da far invidia ad atleti di caratura  nazionale.

Panca 180kg e Squat 270 kg, infatti, sono pesi che vanno oltre ogni più rosea immaginazione di un body builder non professionista e soprattutto natural. Naturale, si!, senza l’aiuto di ormoni o altre diavolerie derivate dalla medicina. Giovanni, si dedica a tutto ciò da anni, finendo per farne una ragione di vita. Tanto è vero che anche i suoi studi universitari, sono andati (e vanno) in questa direzione e la palestra ( Power Gym ) che gestisce a Procida,  è un chiaro esempio di virtuosismi e di risultati. Basta pensare al Premio “Power Gym, Powerlifting”che è stato promosso a maggio scorso, e alle tante altre iniziative che sono in cantiere.

Tutto ciò, ovviamente, ha  destato l’interesse di  alcuni tra i più importanti Personal Trainer italiani che si occupano di giovani atleti, che sono arrivati a contattarlo per chiedergli di partecipare al campionato nazionale NBFI, (Natural bodybuilding e fitness italia) prestigiosa gara di bodybuilding che si tiene con cadenza annuale in Toscana.  

La seleziona è molto dura, così come molto dettagliato è il programma e soprattutto la preparazione che viene richiesta. La volontà  – dunque – di confrontarsi con i migliori a livello nazionale, impone quindi allenamenti molto più particolari e sopratutto tempo. Per questo Giovanni  – attento ad ogni minino dettaglio  – ha deciso di partecipare tra qualche sessione e più precisamente all’edizione del 2020. E se la base di partenza  – in proiezione dell’evento  – sta nei risultati dei massimali di Febbraio e di questi giorni,  siamo sicuri che Giovanni Guida, riuscirà a portare in alto il nome dell’isola di Arturo sui palcoscenici nazionali del Bodybuilding.