COME ERAVAMO: “PROCIDA OGGI”: DA UNA ESTATE ALL’ALTRA

COME ERAVAMO: “PROCIDA OGGI”: DA UNA ESTATE ALL’ALTRA

Procida – La lunga quarantena ci ha obbligati a focalizzare un unico obiettivo: difenderci dal virus. I social hanno rappresentato l’unico mezzo per non perdere contatto con gli altri ma hanno mostrato di non poter surrogare sentimenti e calore dei rapporti umani.

Il Web é di grande utilità per la rapidità di informazione, anche se il rapido fluire delle notizie rende tutto labile. Giornali a stampa, pubblicazioni e libri mantengono indispensabile la loro funzione di informazione e di approfondimento.

La solitudine ha ampliato il tempo e tre mesi ci appaiono secoli.

Le tante iniziative messe in atto sul web per ricordare personaggi, tradizioni, immagini e documenti hanno cercato di tirar fuori dal cassetto della memoria ricordi sopiti. “Procida Oggi” ha avuto modo di parteciparvi pubblicando, ad esempio, l’immagine di una prima pagina della sua prima serie (1968) o i festeggiamenti. di San Michele a Mers el Kebir del 1957.

In attesa di tornare in edicola, riteniamo utile fornire, in prosieguo, un contributo di informazioni per riannodare il pre ed il post quarantena, per non dimenticare e per ripartire con maggior vigore nelle attività quotidiane, per superare la crisi sociale ed economica che si è sovrapposta.

Il vuoto intorno a noi ci ha fatto dimenticare i problemi irrisolti. Il tempo da solo non li risolve, né li cancella.

Pubblichiamo, allegando in Pdf per i lettori social, il numero di “Procida Oggi” del luglio 2019, la scorsa estate, mentre ci accingiamo a vivere la prossima condizionata dal covid-19.

“Procida Oggi” porta come sempre l’isola in casa, questa volta, anche a mezzo social, grazie a chi attraverso il web cura nell’isola con successo l’informazione.

Nel segnalare gli articoli riguardanti eventi, fatti e problematiche della quotidianità, richiamiamo in particolare l’attenzione dei lettori su tutto ciò che riguarda gli argomenti trattati legati alle tradizioni, ai valori artistici che l’isola custodisce. Rappresentano uno dei punti di forza su cui far leva per non dimenticare il passato e riprenderci il futuro.

Il giornale era pronto per andare in stampa quando le varie disposizioni anti virus e qualche problema tecnico ne hanno impedito la pubblicazione. Ancora qualche giorno e saremo in edicola per raccontare l’isola, come facciamo dal 1968.

La lunga pausa può essere stata utile a ripensare ai problemi che ci circondano.

Sconfiggiamo il virus, anche nei danni arrecati. Ce la dobbiamo fare!

In allegato in Pdf: “Procida Oggi” del 20 luglio 2019- n°5/6 Anno 32 -Seconda serie.

LA REDAZIONE DI “PROCIDA OGGI”

tgprocida

Lascia un commento