LA NOTTE BRAVA DI QUALCHE “SUS SCROFA DOMESTICUS”

Redazione – Le foto giunte in redazione non lasciano spazio a nessuna forma di interpretazione. Fuori l’uscio di un’ abitazione a San Rocco di una signora ultranovantenne, qualche “SUIDE”,  nella notte ha lasciato traccia di vomito, urina e feci. Un fatto di una gravità assoluta che  – considerato anche i precedenti –  ha costretto i proprietari a presentare un esposto ai Carabinieri.

Only 1 comment left

  1. maria /

    Gent.le Sig. Direttore,
    la ringrazio per aver partecipato alla pubblica opinione il “grazioso omaggio” recapitatomi questa notte sul portone d’ingresso della mia abitazione.
    E sottolineo partecipato perchè ritengo che questo “presente” sia rivolto” non solo alla sottoscritta ma all’intera comunità isolana e soprattutto a quella parte che desidera la nostra splendida, meravigliosa isola, rispettosa della legge, delle regole e della civile convivenza, come un tempo, e non si rassegna a sottomettersi a chi la considera un feudo di caccia da sfruttare nelle migliori opportunità che stagionalmente offre.
    Ovviamente non ho conoscenza (prove) nè del latore nè del mandante, ma, siccome non è la prima volta che sono oggetto di queste “delicate attenzioni”, sempre nel periodo estivo ed in concomitanza alle mie rimostranze alle Forze dell’ordine su fatti specifici, e che, reiterate negli anni, suppongo, siano diventate di dominio pubblico, mi auguro che le A.G. sapranno trarre le conseguenti deduzioni.
    Comunque se questi “episodi” sono, come qualcuno continua a ritenere, manifestazioni marginali ed inevitabili conseguenze del “ turismo di qualità” che vuole affermarsi nella nostra isola, non mi resta altro da fare che tanti auguri alle Giovani Generazioni, ma tanti, tanti, tanti……-
    In ultimo, vorrei “ringraziare” ora, e questo me lo permetta Sig. Direttore, poichè a 92 anni può capitare di non avere, poi, più il tempo per farlo …., “dicevo”, “ringraziare” tutti coloro ed in particolare chi, investito di una funzione pubblica, a permesso con la proprio condotta improntata all’inerzia, sottovalutazione e chiudendo entrambi gli occhi e pure voltandosi dall’altra parte, di arrivare a questi eccessi.
    Gent.le Direttore la ringrazio infinitamente per l’opportunità che ha voluto concedermi nella speranza che non abbia mai più bisogno di approfittare della sua sempre cortese disponibilità.
    Maria Di Costanzo
    Procida 14.07.2018

Comment is closed.