Redazione | Si è tenuta ieri l’altro nell’aula consiliare del comune di Procida, la conferenza stampa di presentazione del cartellone degli eventi  estivi 2015. A presenziare l’incontro l’assessore Nico Granito, il delegato al turismo Giovanni Scotto di Carlo ed il sindaco Dino Ambrosino. Nella sala erano presenti anche alcuni rappresentanti del mondo dell’arte, quale Franco Lista, celebre acquarellista e Maurizio Vitiello, critico d’arte contemporanea.

L’assessore Granito ha illustrato nel dettaglio tutta la programmazione di agosto, precisando che tutte le manifestazioni non incideranno molto sulle finanze comunali, già dissestate. «L’amministrazione  – ha detto Granito – ha già in mente un programmazione preventiva per la prossima estate, partiremo da settembre, dobbiamo assicurare un turismo di qualità. Ogni iniziativa deve contenere  un grande spessore culturale. Dove per cultura si intende la memoria delle nostre tradizioni. Un esempio sono le barche addobbate per la festa di Graziella, che per la prima volta rinnovano le antiche tradizioni procidane, che sono sorte addirittura prima delle barche addobbate di sant’Anna a Ischia».

Novità dell’estate il premio Caracalè, durante il quale verranno proiettati dei filmini, nella location di santa Margherita nuova, contenenti i lavori di grandi maestri dell’arte e poi il Palio delle Grancie.

Non solo feste e premi ma anche libri e mostre fotografiche come quella del mare con contenuti riservati alla marineria procidana e  presenziata dal Prof. Mussari del CNR. E poi libri di un certo calibro come quello del prof. Gianni Romeo “magia e stregoneria a Procida”, con l’intenzione poi di teatralizzarne il contenuto.

E poi l’evento per eccellenza dell’estate: La Sagra del Mare giunta quest’anno alla 65 esima edizione. Le candidate a Graziella saranno presentate durante le manifestazioni  in tutte le grancie. La giuria per la seconda serata dell’elezione, sarà per la prima volta composta da francesi, professori dell’istituto di Grenoble in onore ad Alphonse de Lamartine. In più ci sarà un esperto costumista di  Napoli a  giudicare il miglior vestito.

Ben undici  itinerari di arte, tra  pittura architettura e musica che faranno dell’estate procidana un arcobaleno di eventi di tutto rispetto.  Itinerari che fanno parte del progetto approvato dalla regione Campania e che è stato finanziato con un contributo di 250.000 euro. Il comune di parte sua precisa l’assessore Granito «non intende spendere l’intera cifra, allo stato attuale solo finanziata, ma il dieci per cento chiesto come cofinanziamento in sede progettuale».

E conclude: «E’ più che doveroso ringraziare tutti quelli che stanno dando  la propria disponibilità e stanno collaborando alle varie iniziative senza gravare sul bilancio comunale, questo modo di operare sarà centrale per tutto il mandato amministrativo in quando pensiamo sia giusto e doveroso rivalutare le risorse del territorio così come riteniamo dovere di un buon amministratore non fare il passo più lungo della gamba basandoci, esclusivamente, su quelle che saranno le risorse economiche realmente disponibili»