PROCIDA PREMIA LA “MEGLIO GIOVENTU'”

PREMIATI I RAGAZZI MERITEVOLI DEL NAUTICO. PRESENTATO ANCHE IL SIMULATORE DI MACCHINE

Procida – Weekend dedicato al mare, alla scuola e ai premi, quello vissuto venerdi e sabato scorso per i ragazzi del Nautico di Procida e più in generale di tutta la comunità marittima delL’isola di Arturo.

Sono stati infatti consegnati i premi Giuseppe Imbò, Fratelli Cosulich, Vittorio Parascandola, Pietro Cibelli, Marina di Procida e poi da quest’anno dall’associazione Capitani Procida e del Marina di Procida.

A presentare l’evento nella sala del consiglio comunale, un brillante Kiodo ( Domenico Ambrsino) decano dei giornalisti procidani ed ex professore del Nautico.

Ai microfoni si sono alternarti per la premiazione Miriam Esposito di Marcantonio per il Premio Pietro Cibelli, Avv. Luigi Muro, per il premio Parascandola, Pres. Eugenio Michelino per il premio Marina di Procida), il Cap. Sup di macchine Pasqualino Sabia per il premio Associazione Capitani ( molto apprezzato).

Oltre a loro alla manifestazione sono intervenute le famigLie degli allevi e numerosissimi discenti e attuali marittimi.
La giornata si è conclusa tra l’emozione dei presenti perché negli occhi dei ragazzi e delle ragazze era evidente la soddisfazione per aver concluso con successo il ciclo di studi presso il glorioso istituto accogliente ed inclusivo.

La DS Maria Saletta Longobardo ha evidenziato, in chiusura la forza dell’istituto scolastico Procidano di antica tradizione pronto a rinnovarsi in stretta sinergia con le istituzioni del territorio confermando l’idea di una scuola, bene prezioso per la comunità.

Il giorno prima, venerdì, all’Istituto “F. Caracciolo – G. da Procida” è stato inaugurato il laboratorio di simulazione sala macchina che completa con il precedente simulatore di coperta la possibilità di gestire la navigazione della nave. Alla presenza delle autorità comunali e di numerose rappresentanze del mondo marittimo gli studenti si sono impegnati in diverse esercitazioni con grande soddisfazione dei marittimi presenti. “Il nostro istituto – ha detto la dirigente Longobardo – si rinnova nella didattica e nelle strutture per continuare ad essere uno storico punto di riferimento nella filiera marittima. Grazie al sostegno della gente di mare, grazie ai finanziamenti europei che ci permettono di disporre di laboratori all’avanguardia”.

Leave a Reply