Procida – E’ il giovane regista napoletano Francesco Maffei il vincitore di MusicalMuto, la seconda edizione della rassegna dedicata a cortometraggi muti, inediti e in bianco/nero, realizzati da giovani autori di tutto il mondo, da musicare dal vivo.
Il gran finale in Live Streaming, sui canali social Facebook e YouTube di MusicalMuto, è stato seguito da circa 5mila persone, che porta il totale degli spettatori della rassegna con line ad oltre 14mila spettatori.
Due pianiste, Maria Grazia Ritrovato e Mirella Pandolfi, in un teatro “a porte chiuse”, rispettando i protocolli anti Covid-19, si sono alternate nell’accompagnamento dal vivo dei cortometraggi. Con Maffei gli altri riconoscimenti assegnati dalla Giuria presieduta dal regista Sandro Dionisio, sono andati a Cristiano Esposito per il suggestivo “Conquering a new world” (Premio Unione Musicisti e Artisti Italiani), Flavio Pagano, con lo struggente “Mammamà” sull’Alzheimer, che si aggiudica la prima edizione del Premio “Elvira Notari”, dedicato alla regista salernitana, pioniera del cinema muto; e Mattia Cosentino per “La linea abusiva”, che vince il Premio assegnato dalla Giuria Web. Menzioni speciali al corto di animazione “Il telefono del vento” di Emanuele Calò e a “Napule è ‘nu miracolo” di Marco e Salvatore Maraniello.
La rassegna è promossa dall’Unione Musicisti e Artisti Italiani, presieduta da Franco Branco, con la direzione artistica del regista Michele Mangini Sorrentino e la direzione musicale del maestro Angelo Iollo, in collaborazione con la Film Commission della Regione Campania.

Lascia un commento