Procida – Ieri alla presenza del vicedirettore marittimo della Campania, C.V. Giuseppe Menna si è svolta a Palazzo D’Avalos, la cerimonia di avvicendamento al comando dell’Ufficio circondariale marittimo di Procida. La cerimonia si è tenuta in forma ristretta per le normative anticovid

Dopo due anni, il tenente di vascello Calogero Carapezza ha così ceduto il testimone al pari grado T.V. CP Stefano Cocciolo, 34 anni di Brindisi proveniente dalla Capitaneria di Porto di Crotone.

Per il T.V. Calogero Carapezza si apriranno le porte del comando centrale della Guardia Costiera a Roma in un prestigioso incarico nel reparto ambientale.

Nel porgere i saluti e il proprio sentito ringraziamento al personale dell’Ufficio circondariale marittimo e a tutte le figure istituzionali presenti tra cui il Sindaco di Procida Dino Ambrosino, comandate della stazione dei Carabinieri Mar.llo. Antonio Di Francia, i volontari della Protezione Civile, il corpo della polizia municipale e tutti gli uomini con cui ha collaborato, il comandante Carapezza ha ricordato il suo periodo di permanenza a Procida sottolineando «la sinergia d’intenti e gli ottimi rapporti con istituzioni e autorità locali», nonché il costante impegno rivolto al servizio dell’utenza, della sicurezza in mare e della tutela ambientale, che non si è fermato nemmeno durante i difficili momenti dell’emergenza epidemiologica.

Dopo la pronuncia della formula di riconoscimento con la quale è stato investito ufficialmente del nuovo mandato, il comandante Cocciolo ha espresso la propria fierezza per il prestigioso incarico ricevuto, che svolgerà con l’obiettivo «di servire e di costituire un punto di riferimento per tutte quelle realtà incentrate sul mare e sulla risorsa marittima, continuando nel solco tracciato dal comandante Carapezza.».

Il C.V. Menna – dopo aver portato i saluti referenti dell’Ammiraglio De Vella, capo della direzione della Campania assente per le concomitante presenza a Napoli del Presidente della Repubblica Segio Mattarella,  ha ringraziato Carapezza «per l’ottimo lavoro svolto nel biennio trascorso a Procida anche in un periodo delicato come quello del covid», sottolineando come la «corretta e intelligente interpretazione del ruolo che è stato chiamato a rivestire abbia offerto un contributo competente e qualificato in un porto come Procida, infrastruttura assolutamente strategica per i traffici marittimi della Regione Campania e non solo».

Menna ha proseguito nella sua allocuzione rivolgendo poi un sentito augurio al Tenente di Vascello Cocciolo per il prestigioso comando appena assunto, «dove la strada del dialogo, della disponibilità e della passione dovranno essere lo strumento per fornire il giusto contributo allo sviluppo economico di questo splendido territorio, nel pieno rispetto – ha concluso il C.V.  – di quei principi che regolano e disciplinano i vari settori produttivi riconducibili alla risorsa mare».

( Mimmo Ambrosino) 

Lascia un commento