Procida – La giunta Municipale con delibera di giunta n° 37 del 15.02.2021 ha esteso le concessioni demaniali  in scadenza a dicembre scorso, fino al 2033. Nelle more si legge:

«Di prendere atto della estensione ex lege al 31.12.2033 della durata delle concessioni demaniali marittime aventi scadenza al 31.12.2020, in applicazione delle disposizioni della Legge n.14512018 art. I comma da 67 5 a 685 e del Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34 convertito con modificazioni dalla Legge 7712020 art. 182 comma 2 e del Decreto Legge 14 agosto 2020 n. 104 art. 100;

Di dare atto che a fronte delle estensioni temporali ope legis assentite alle concessioni demaniali marittime, in considerazione della pendenza di procedura di infrazione comunitaria avviata dalla Commissione europea e dell’incerto esito della stessa ed alla luce del contenuto dell’art. 12 della direttiva 2006ll23lcÈ e di quanto già statuito con la precedente Sentenza della Corte di Giustizia Europea del 14 luglio 2016, pronunciata nelle cause riunite CE458/14 e CE 67115, è esclusa ogni responsabilità diretta dell’Amministrazione comunale conseguente alla eventuale sopravvenuta declaratoria di invalidità, nullità e/o inefficacia della licenza suppletiva di estensione temporale delle concessioni, in ordine alla sovraordinata normativa euro unitaria, essendo esclusa qualsivoglia azione nei confronti dell’Amministrazione comunale e, dunque, fatto salvo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di revoca e declaratoria di decadenza anche per motivi di interesse pubblico o per sopravvenute disposizioni legislative o regolamentari;

Di dare, altresì, atto che l’estensione temporale conseguente allaapplicazione della richiamata normativa comporta il contestuale necessario adeguamento del canone alle misure unitarie dei canoni per le concessioni demaniali marittime fissate giusto decreto del Ministero infrastrutture e trasporti n. 247 in data l” dicembre 2020, nonché l’aggiornamento delle stesse per l’anno 2021 (VARIAZIONE ISTAT), come puntualmente chiarito nella Circolare M.I.T., Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale, dell’11.12.2020 ad oggetto: Articolo 4 del decreto-legge 5 ottobre 1993, n. 400 – Aggiornamento delle misure unitarie dei canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime Anno 2021.

Di dare atto, infine, che compete al Responsabile del Settore Demanio predisporre i necessari provvedimenti amministrativi ed ogni altra opportuna attività gestionale al fine di garantire la trasparenza e la pubblicità dell’attività amministrativa, dare notizia dei procedimenti di estensione della validità delle singole concessioni demaniali marittime, attivare le procedure per l’aggiornamento del SID all’esito dell’istruttoria delle istanze pervenute, procedendo alla verifica della completezza della documentazione trasmessa, del possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, dell’avvenuto versamento di ogni onere previsto a carico dei concessionari e provvedendo ad ogni altro adempimento necessario.

Soddisfazione ha espresso la delegazione dell’isola di Procida di CONFCOMMERCIO:

«Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’approvazione del tanto atteso provvedimento di proroga delle concessioni demaniali del comune di Procida e per la scelta compiuta dall’amministrazione riguardo all’estensione della durata dello stesso fino al 31 dicembre 2033, che di fatto ha accolto la nostra richiesta, (espresso. ribadita e motivata pin voile). a nome di tutti gli operatori della attività interessate, balneari e non, il cui titolo era scaduto il 31 Dicembre dello scorso anno.

Questa è una risposta importante e politica in un momento particolarmente difficile per il turismo in generale, in cui avere certezze è  fondamentale per le nostre imprese.

Una risposta che si è fatta  attendere ma che alla fine è stata quella per cui abbiamo tanto lavorato sino all’ultimo incontro avvenuto giovedì scorso, 11 febbraio, con l’Assessore al Turismo Costagliola e la Dott.ssa Terranova. segretaria comunale di recente nomina.

Riteniamo che questa atto di vicinanza e di rafforzamento ai concetti della legge di estensione sia stato, in questo momento drammatico per tutte le categorie economiche, fondamentale, e il serrato confronto e dibattimento instaurato con la sottoscritta Associazione di categoria, determinante per la soluzione

Aspettiamo adesso con fiducia l’attuazione dell’impegno da parte  dell’amministrazione, a mettere in alto una stria cd efficace programmazione di intenti di risanamento e ripascimento e messa in sicurezza dei nostri arenili per poter recuperare la superficie  di spiaggia fruibile che è stata erosa negli anni ed continuamente pregiudicata dalle mareggiate ed un piano di riqualificazione delle nostre coste.

E opportuno infine ribadire quanto più segnalato circa l’urgenza di un intervento chiarificatore e  di indirizzo da parte dello Stato Italiano, a iniziare da una chiara e precisa presa di posizione in difesa della legge n. 145/2018 e del percorso di riforma ivi delineato a articolato. che necessita di essere ancora concretamente avviato».

Lascia un commento