• Dom. Apr 21st, 2024

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

Da edifici pubblici non accatastati, a scuole e palestre sicure ed efficienti

DiRedazione Procida

Gen 8, 2024

Chiara Baldino – La necessità di investimenti per migliorare la qualità delle strutture pubbliche è da tempo al centro dell’attenzione dell’agire amministrativo. Molto spesso la base di partenza è stata confrontarsi con edifici fatiscenti o addirittura non accatastati, senza dimenticare i servizi scadenti e la inadeguatezza funzionale di queste strutture. 

Ieri l’altro ad innescare il confronto una lettera scritta da Andrea Barone della Procida Futura che ha acceso i riflettori sui lavori alla scuola media. Nella giornata dell’epifania non si è fatta attendere la risposta dell’assessore ai lavori pubblici Rossella Lauro:

“Sono in corso i lavori presso la palestra della scuola media, interventi di manutenzione straordinaria più volte sollecitati sia dall’istituzione scolastica che dalle associazioni sportive. 

I lavori, che interessano il campo da gioco, sono stati programmati durante le festività natalizie (dal 18 dicembre a metà gennaio) e sono stati concordati durante la riunione del 24 novembre presso gli uffici scolastici con la partecipazione del delegato allo sport e i referenti delle associazioni sportive che attualmente utilizzo la palestra oggetto di intervento. 

Purtroppo, il cantiere ha dovuto anticipare la sua apertura, in data 11 dicembre, per una segnalazione da parte della scuola in cui è stata accertata una pericolosa infiltrazione d’acqua proveniente dal soffitto, la quale avrebbe comunque inibito l’utilizzo del campo da gioco. 

Fortunatamente e grazie al finanziamento, siamo potuti subito intervenire sull’imprevisto del tetto. È stato eliminato il pericolo ed oggi è stato messo in sicurezza. 

In questi giorni di festa la ditta esecutrice sta lavorando a ritmi serrati per restituire lo spazio alla comunità scolastica e alle associazioni sportive. 

Invito chiunque sia interessato all’argomento, in modo reale e sincero, ad informarsi e documentarsi prima di scrivere e raccontare storie lontane dalla realtà. 

Ogni azione è frutto di scelte che prevedono assunzioni di responsabilità. Non sono contenta quando sono costretta a chiudere o inibire spazi ma se sono necessari per garantire la sicurezza alle persone, in questo caso dei bambini e ragazzi, allora so che devo farlo per restituirgli un bene fruibile e sicuro. 

Qualcuno si potrà chiedere perché adesso, perché non sono stati fatti durante l’estate scorsa o perché non sono stati programmati per la prossima estate… beh io mi chiedo: come è possibile che sono dovuta partire dall’accatastamento degli edifici? 

Sapete, è difficile fare interventi su strutture fantasma, quindi molto tempo è stato utilizzato per registrare il nostro patrimonio e regolarizzare tutti gli atti conseguenti. 

Non ho interesse a fare del male a nessuno, non scrivo il disastro che ho trovato e continuo a scoprire appalto dopo appalto, chiedo solo un po’ di rispetto per chi sta lavorando silenziosamente (anche oggi, per esempio, alla scuola media) rinunciando ad una festività, alla famiglia, ad un giorno di giusto riposo, perché ha inteso l’importanza e l’urgenza della restituzione dell’area per il nostri giovani. 

Sicurezza ed efficientamento energetico continueranno ad essere questioni prioritarie per il lavoro che stiamo portando avanti.”

 

Lascia un commento