• Mar. Giu 28th, 2022

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

Tutti per tutti, inclusione e accessibilità. Ass. Lucia Mameli: “La parola differenza esiste solo nel vocabolario”

DiRedazione Procida

Mag 17, 2022

Procida – «Sai perché siamo diversi? Perché siamo poesia» recitava uno slogano scritto, sabato scorso in un gazebo allestito a laboratorio in piazza marina grande.

Associazioni, scuole, ragazzi, cittadinanza, tutti assieme nella kermesse che ha trasformato la piazza in un’agorà di partecipazione e di aiuto reciproco.

C’era chi preparava le margherite di pasta, chi le colorava di bianco e di giallo e chi sorridente si dipingeva la mano per lasciare una impronta.  Ragazzi di tutte le età, zelanti, gentili e affettuosi.

Il progetto “Tutti per tutti” che si occupa di inclusione e accessibilità, che è parte integrante del dossier di Procida 2022, è stato affidato ad una cooperativa del territorio “Il dolce nido” che ha proposto l’iniziativa in fase di costruzione del dossier di candidatura.

Un progetto ampio e articolato che ha visto la creazione di un tavolo partecipativo in cui diverse associazioni – che si occupano di disabilità e di diversi linguaggi comunicativi – sono confluite per dare forza al tema dell’inclusione e dell’accessibilità degli eventi di Procida 2022. Coordinati da una professionista del territorio, la dott.ssa Lisa Costagliola

Da Procida, capitale della cultura 2022, si è leva forte – dunque – il tema dell’inclusione. Un luogo, l’isola, che possa essere vissuto da tutti, rendendo accessibili e inclusivi gli eventi culturali con la creazione di percorsi “dedicati”.

Una prima parte del progetto è portata avanti dall’associazione “Semplicemente noi”.

“Semplicemente noi” è un’associazione che abbiamo creato 4 anni fa – dice il vicepresidente Ugo De Vivo – la pandemia ci ha fermato ma adesso siamo coinvolti con Procida e con l’amministrazione nel progetto di “Tutti per tutti” nell’opera di sensibilizzazione. Noi ci occupiamo i vari progetti, operiamo sui capi flegrei e pur essendo un’associazione nata da poco abbiamo avuto molte soddisfazioni ma soprattutto per i ragazzi perché stanno facendo un lavoro straordinario e le loro opere esposte qui oggi sono frutto della loro creatività”

L’assessore Lucia Mameli, da sempre attenta ai temi sociali, ha rimarcato l’importanza di simili eventi all’intero del progetto di Procida Capitale:  

“Quella di oggi è una giornata meravigliosa perché sono questi eventi che hanno reso possibile un progetto di comunità all’interno del dossier di Procida Capitale. Il 19 gennaio del 2020 grazie ad associazioni e cittadini che hanno deciso di rimanere in fase di costruzione del dossier perché ritenevano assieme all’amministrazione comunale che sarebbe stata una sfida che sarebbe stata importante per il paese – infatti – come poi si è rilevato siamo capitale italiana della cultura e ne siamo orgogliosi.

Ma siamo orgogliosi soprattutto come cittadini che hanno deciso di rimanere per lavorare e collaborare assieme all’amministrazione comunale, oggi hanno dato vita ad un tavolo che ha per titolo tutti per tutti, un tavolo trasversale che ha accolto attorno a se associazioni del territorio, associazioni dei campi flegrei ma ance associazioni nazionali e oggi questa piazza piena di giovani, di ragazzi, ma anche la scuola superiore.

Questa piazza racconta una bella storia, racconta soprattutto una storia di inclusione perché questi ragazzi ci insegnano possono far venire fuori i loro talenti, le loro competenze per dar vita addirittura ad un fumetto ironico e divertente. La parola differenza è soltanto un termine del vocabolario”

Lascia un commento