• Mar. Giu 28th, 2022

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

Procida 2022, festa della Musica all’insegna dei giovani

DiRedazione Procida

Giu 21, 2022

Procida – Per la Festa della Musica edizione 2022 oltre 100 concerti corali in programma nelle diverse regioni italiane, articolati in quattro differenti giornate. Concerti all’aperto, dalle piazze ai rifugi, in luoghi di culto come cattedrali e abbazie e negli spazi della cultura, musei e biblioteche. Musica corale ovunque, per ripartire e far risuonare nuovamente le voci della coralità italiana.

L’Italia si è confermata, anche quest’anno, Paese guida della Festa della Musica, con più di 10 mila eventi in 700 comuni e oltre 35 mila artisti coinvolti.

La Festa della Musica dei Giovani è stata dedicata a David Sassoli, giornalista e uomo politico che seguì personalmente l’edizione del 2019 e che da Presidente del Parlamento Europeo ha dimostrato grande sensibilità per i temi della tutela dei diritti degli Autori.

A Procida, sabato scorso, la Festa ha toccato due pizze storiche, piazza dei Martiri e Piazza Marina Grande. Con lo slogan “Recovery Sound”, il messaggio che è venuto fuori è stato ancora una volta quello della ripartenza dei giovani, dopo il periodo della pandemia, attraverso note e sonorità, spartiti e voce

Sul territorio isolano si sono alternati artisti come Osvaldo Di Dio, Giovanni Block, Vito Bazzicalupo e tanti altri. In serata la festa si è spostata a Marina Grande con l’omaggio a Napule’s Power, cui è seguito un omaggio musicale di Tony Cercola, Etta, Federico Lobrano e Sillaba. Al ricordo di Concetta Barra è stata dedicata invece la performance di Emanuela e Mario Colucci. 

Entusiasmo tra il pubblico come ci ha detto Roberta Scotto Galletta: “E’ una cosa stupenda questa festa della musica dopo tanta chiusura di Covid, tutta questa energia fantastica in questa piazza dei martiri soleggiata ed ombrosa allo stesso momento con questa musica di Vito Bazzicalupo. Avevamo tutti bisogno di aprirci alla musica e al mondo e Procida Capitale ci ha dato questa opportunità”.

A chiudere la serata sul palco Fabiana Dadone, ministro delle Politiche Giovanili, che ha rimarcato come il 2022, anno Europeo dei Giovani, sarà fortemente connotato dal binomio giovani – cultura e dove gli stessi vedranno le amministrazioni lavorare nei settori di comune interesse sul territorio nazionale. 

Anche il sindaco Dino Ambrosino ha rimarcato l’importanza dell’appuntamento come momento di crescita giovanile in una cornice come quella dell’isola di Arturo. 

Lascia un commento