• Sab. Ago 13th, 2022

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

Procida 2022, “Esercizi sul futuro”. L’Antartide come metafora della vita

DiRedazione Procida

Lug 27, 2022

Procida – L’Antartide come metafora del mondo contemporaneo. Attraverso cui “interpretare e innovare aspetti della vita quotidiana, sempre più interconnessa, imprevedibile e competitiva”. Nella suggestione di Casale Principe Umberto, Chiara Montanari, prima italiana a capo di una spedizione in Antartide, esperienza ultradecennale nella gestione di missioni polari internazionali nelle basi più remote del nostro pianeta, fondatrice di Complexity Aware e autrice del libro “Cronache dai ghiacci, 90 giorni in Antartide”, ha dato vita al terzo appuntamento del format “Esercizi sul Futuro”, il ciclo di incontri a cura di Innovation Village per Procida Capitale della Cultura 2022.

“Sono innamorata dell’incertezza: da impedimento può diventare opportunità di innovazione, da minaccia una preziosa risorsa, in grado di risvegliare energie addormentate”, ha aggiunto. “Più diventano complessi i sistemi e più si afferma l’urgenza di dover prendere decisioni ‘sagge’ nella scarsità e nell’incompletezza delle informazioni. Bisogna minimizzare i rischi, usare le sole risorse a disposizione e imparare ad adattarsi velocemente a cambiamenti repentini ed inaspettati”.

La sua lectio, dal titolo emblematico “Visioni Polari”, ha restituito il concetto di incertezza in una chiave del tutto inedita. “Riuscire  a prendere decisioni sagge pur nell’incompletezza dell’informazione e in tempi molto brevi è una delle principali sfide di un leader – ha spiegato Chiara Montanari- La complessità del mondo che ci circonda, che ha nell’Antartide un modello assolutamente iconico, ci costringe a far fronte agli imprevisti, che ci allontanano dalla comfort zone e costringono a fare i conti con riadattamenti continui dei nostri schemi cognitivi”.

Introdotta dal sindaco di Procida Dino Ambrosino e dal direttore di Procida 2022, Agostino Riitano, la lectio magistralis di Chiara Montanari – che ha dialogato con Amleto Picerno Ceraso (Ceo Medaarch e Presidente Tec-Up) e Francesca Cocco (Program Manager Innovation Village) – ha generato curiosità e domande tra il pubblico.

“Questa sera il tema della decisione ma soprattutto il tema della complessità è ritornato spesso in questa lectio magistralis, – ha sottolineato  Vincenzo Scotto di Fasano – del resto siamo in una epoca dove – ed è fondamentale questo passaggio  – per prendere delle buone decisioni, bisogna capire, e bisogna capire che viviamo il mondo e la società complessa che abbiamo attorno a noi. Prendere decisioni significa studiare, approfondire, guardarsi intorno perché spesso  bisogna aprirsi a tutto ciò che ci sta fuori e provare ad uscire dalla nostra comforte zone e provare a capire bene quello che ci portiamo dentro”

“Procida Capitale ci sta dando una occasione irripetibile, straordinaria. Consiglio a tuti di venire ed è un peccato non seguire questi eventi davvero unici”

Dello stesso avviso Michael, americano ma che da anni vive a Procida:

“E’ stata una bella presentazione, e dobbiamo avere in questo momento storico che stiamo vivendo con riscaldamento globale, con il cambiamento climatico, problemi ecologici, dobbiamo essere pronti allora, improvvisare assieme come un comunità, di legare, trovare una soluzione. Anche qui a Procida stiamo vivendo un bel periodo con questa esperienza di Capitale della Cultura”

Lascia un commento