• Gio. Feb 22nd, 2024

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

Ma che estate è?

Ditgprocida

Ago 13, 2010

 

Abbiamo chiesto ad alcuni operatori dell’isola di Graziella di fare un primo bilancio sulla stagione estiva. In questi primi giorni del mese di agosto, abbia cercato di comprendere, dalla viva voce di alcuni operatori commerciali, com’è il trend del turismo procidano.

Per Luigi Monaco, titolare di taxi, i primi giorni di Agosto sono in linea con Giugno e Luglio: la gran parte del lavoro, degli arrivi e delle partenze, si concentra nei week end, mentre durante gli altri giorni della settimana l’attività è piuttosto tranquilla. Da questo punto di vista anche il flusso dei pendolari è ridotto al lumicino, prova ne è che all’imbarco di il traffico è scorrevole, a differenza degli anni precedenti in cui, di questi tempi, si assiteva a lunghe file per l’imbarco.

Per Gennaro Scotto, capitano della “Moby Dick”, piccolo natante adibito alla navigazione costiera, siamo a “zero quoziente” e la situazione è peggiore rispetto agli ultimi due anni, che già non sono stati esaltanti. Questo 2010, inoltre, vede farraginosi problemi burocratici  bloccare la partenza del “Metrò dell’isola”, un servizio innovativo che in passato collegava via mare Marina Grande, Marina Corricella, Spiaggia della Chiaia, Marina Chiaioellla e viceversa. Siamo fiduciosi – dice Pino Schiano, comandante della M/t “Vacanze” – anche se i numeri non sono proprio dalla nostra parte e molto ha influito anche il fatto che la Regione Campania ci ha autorizzato alcune corse da e per l’isola d’Ischia solo da pochi giorni”.

Per Raffaele Tizzano, promotore turistico, anche se in giro c’è poco movimento, a Procida c’è gente. La maggior parte dei vacanzieri però è costituita da famiglie che evidentemente preferiscono restare a casa,  anche perché l’isola, oltre a bar, ristoranti e spiagge, offre ben poche attrative.

 Musica più o meno uguale per Giandomenico Vagnati, titolare del ristorante “La Pergola” per il quale, dopo aver lavorato bene nelle due settimane centrali di Giugno, il mese di Luglio è stato piuttosto deludente, con un calo complessivo di coperti di circa il 20% rispetto allo stesso periodo del 2009.

Nel complesso, quindi, così come era facile ipotizzare, ci troviamo al cospetto di una stagione turistica sino ad ora ancora difficile, che probabilmente vedrà il pieno nella seconda e terza settimana di agosto, e per la quale si spera in un settembre con temperature e meteo accettabili. A dipingere il quadro a tinte fosche ci sono da un lato la contingente situazione economica nazionale, ed in particolare il momento complicato in cui versa la Regione Campania, sulla quale non possono non pesare gli oltre 10.000 posti di lavoro a rischio da settembre (i campani rappresentano il target di riferimento più corposo del nostro turismo); dall’altro lato ci si mette la poca attrattività del territorio dal punto di vista dell’intrattenimento (manca un vero e proprio cartellone di eventi) e gli alti costi per il trasporto marittimo, che insieme sembrano essere i punti di maggior criticità dell’attuale sistema Procida.

0 commenti su “Ma che estate è?”
  1. Una estate pessima, per non parlare poi di tutti quegli che si inventano ombrelloni culturali e serate dance. Procida ha bisogno di un disegno complessivo estivo e non di gente in cerca di palcoscenici e applausi…vergogna!!!!

Lascia un commento