• Sab. Dic 3rd, 2022

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

Nutrice, oltre l’evento, un laboratorio di esperienze di condivisione

DiRedazione Procida

Set 10, 2022

Procida – C’è chi ha pensato bene di lasciare Capri e di fare capolino a Procida per partecipare al progetto Nutrice, nell’ambito di Procida Capitale 2022. Oppure L.e M.  una coppia di Como, che ha vissuto l’esperienza col figlioletto di pochi mesi portato rigorosamente in braccio.  O anche chi semplicemente ha scelto di partecipare spinto dalla curiosità e perché attratto da quanto promozionato.

A testimonianza di quanto dalla contaminazione di queste iniziative ed in particolare di Nutrice possa lasciare oltre all’esperienza vissuta anche la condivisione di sensazioni e perché no amicizie.

In effetti – il progetto “Nutrice” già da mesi con una serie di appuntamenti gratuiti, sta accompagnando i cittadini e i “cittadini temporanei” attraverso varie esperienze intime del processo alimentare, dagli orti al mare, crocevia di storie millenarie e tuttora fonte di sussistenza e commercio per molte famiglie isolane.

E l’ultimo appuntamento a Marina Corricella è stato un vero e proprio successo sulla falsa riga dei precedenti.

Poco prima di iniziare il giro in barca, un intervento performativo della bravissima Margherita Ambrosino ha affascinato tutti.

I pescatori – a bordo – hanno raccontato le proprie esperienze in un percorso di condivisione della reale identità del territorio e soprattutto del lavoro del mare.  

Interpreti anche questa volta della battuta di pesca, i bambini che a bordo del peschereccio sono stati rapiti letteralmente da quanto accadeva nei momenti del recupero della rete piena di buon pesce fresco.

Dopo il giro in barca, un delizioso show cooking con la degustazione di un “cuoppo” di alici fritti e un buon bicchiere di vino preparati dal ristorante il Fuego.

Ricordiamo che il progetto Nutrice tende ad “Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti”, e come traguardo concepire e implementare entro il 2030 politiche per favorire un turismo sostenibile che crei lavoro e promuova la cultura e i prodotti locali”.

 

s

Lascia un commento