• Sab. Giu 15th, 2024

TGPROCIDA

Raccontare il presente, capire il futuro

DIPORTO SELVAGGIO: MAXI OPERAZIONE CONGIUNTA DELLA GUARDIA COSTIERA DI POZZUOLI E DI PROCIDA

Ditgprocida

Ago 29, 2010

 

Probabilmente, molti diportisti giunti alla fine di agosto ritenevano che i rischi connessi alla sicurezza della navigazione fossero diminuiti grazie alla minore presenza di unità in mare, e con essi, di conseguenza, anche i relativi controlli della Guardia Costiera.

Niente di più sbagliato, e se ne sono accorti proprio i diportisti che nella giornata di Sabato 28 navigavano nel tratto di mare compreso tra Pozzuoli e Procida e che sono incappati in una delle più grandi ed incisive operazioni di controllo sulla sicurezza in mare che si sia vista nel Golfo di Napoli da qualche tempo a questa parte.

La maxi operazione è stata congiuntamente organizzata, pianificata e diretta dal T.V. Amedeo NACARLO e dal T.V. Gianluca OLIVETI, rispettivamente Comandanti degli Uffici Circondariali Marittimi di Pozzuoli e di Procida.

I due Comandi hanno praticamente messo in campo tutti i mezzi a disposizione ed hanno pianificato l’operazione in modo che nessun tratto di mare tra i due Circondari rimanesse scoperto, impegnando le unita della classe 500, della classe 2000, nonché i battelli minori di appartenenza per un totale di 20 uomini.

L’operazione è stata un successo ed i numeri emersi sono a dir poco rilevanti. Nonostante si fosse ormai alla fine di agosto sono stati eseguiti sulle unità da diporto centinaia di controlli di tutti i tipi (patenti, documenti, dotazioni, persone a bordo ecc.), le sanzioni elevate sono decine, e si è registrato anche il sequestro di natanti.

Le unità sono uscite in mare nella prima mattinata e sono rientrate agli ormeggi nel tardo pomeriggio. Ovviamente il tutto era stato attentamente studiato dai due Comandanti e dai Comandanti dei Mezzi Nautici in modo che nulla fosse lasciato al caso, e già nel corso della settimana i dettagli della pianificazione erano stati comunicati al Reparto Operativo della Capitaneria di Porto di Napoli, sotto la cui supervisione è stata condotta l’attività.

L’operazione, certo, ha avuto un notevole impatto sui diportisti e vacanzieri, i quali, comunque, sebbene sottoposti a controlli incisivi, hanno nel complesso mostrato molto apprezzamento verso l’operato degli uomini in divisa che, a quanto appreso, si sono distinti per il perfetto mix di cortesia e fermezza dimostrata, ad ulteriore conferma degli eccellenti livelli di professionalità che ormai contraddistingue la Guardia Costiera.

Il tutto, poi, e non poteva essere diversamente, va necessariamente letto anche in relazione alla disgrazia che si è recentemente registrata, proprio a causa di una collisione in mare, presso un’altra area del Golfo di Napoli, ad ulteriore conferma che la scelta dei Circomare di Pozzuoli e di Procida di effettuare l’operazione proprio alla fine di Agosto non è casuale, bensì frutto di attente valutazioni.

Al termine dell’operazione il Comandante NACARLO ed il Comandante OLIVETI hanno manifestato tutta la loro soddisfazione per come l’operazione si è svolta e per gli esiti che ne sono derivati, non mancando di sottolineare l’alta professionalità e dedizione dimostrata dagli equipaggi impegnati nell’attività.

Lascia un commento